Lunedì 19 Luglio 2010

Fiat/ Mercoledi cda, sul tavolo le tappe dello spin-off dell'auto

Torino, 19 lug. (Apcom) - A tre mesi esatti dall'Investor Day di Fiat, in cui Sergio Marchionne, ad del Lingotto, illustrò alla comunità finanziaria il new deal della Fiat da qui al 2014 e Luca Cordero di Montezemolo passò il testimone alla presidenza del Lingotto a John Elkann, in casa Fiat ci si avvicina a una delle date che si potrebbero definire spartiacque. Mercoledì prossimo, 21 luglio presso il quartier generale della Chrysler negli Stati Uniti si terrà il consiglio di amministrazione della Fiat. Ufficialmente i consiglieri si riuniscono a Detroit per approvare i conti del secondo trimestre e dei primi sei mesi. Del resto dal 21 aprile, la Fiat ha tenuto banco sui giornali per il suo progetto Fabbrica Italia, la cui prima pietra da porre era la produzione della nuova Panda, da Tichy a Pomigliano d'Arco. Ma in realtà il perno centrale attorno a cui ruota il progetto Fabbrica Italia, così come il rilancio della Chrysler oltreoceano per citare solo due pezzi del mosaico, è lo spin off dell'auto. Il 21 luglio quindi con tutta probabilità verranno presentate le tappe, a partire da settembre che condurranno alle due Fiat, da una parte la Industrial (con Cnh e Iveco in testa) dall'altro il settore dell'auto. Ma non è escluso che già mercoledì si entrerà anche nei dettagli della scissione. Dettagli che comunque andranno resi pubblici almeno 30 giorni prima dell'assemblea degli azionisti che dovrebbe tenersi entro la prima metà di settembre. Sarà questo il primo appuntamento che spianerà la strada a un riposizionamento del Lingotto delle proprie attività.

Prs

© riproduzione riservata