Giovedì 22 Luglio 2010

Pdl/ Berlusconi: Ho ripreso in mano situazione, serve coesione

Roma, 22 lug. (Apcom) - Mentre sono in corso "furibonde campagne mediatiche" contro il governo e il Pdl, "come mi ero impegnato a fare ho ripreso in mano la situazione e sto lavorando con il consueto impegno"sia sul fronte dell'esecutivo che su quello del partito. Ma serve la "coesione" tra "leader, dirigenti e popolo" per "sconfiggere i nostri avversari". E' l'appello che Silvio Berlusconi lancia nel messaggio al sito 'ForzaSilvio.it', con il quale lancia la "Operazione Memoria" in risposta alle "calunnie". "In queste ultime settimane sono riprese contro il governo e contro il Popolo della Libertà furibonde campagne mediatiche. I nostri avversari - afferma il premier e leader del Pdl - sono maestri nelle chiacchiere, con le quali cercano di nascondere i loro demeriti e di oscurare il tanto di buono che abbiamo fatto in questi due anni difficili. Non riusciranno nel loro intento se noi saremo uniti, se il Popolo della Libertà sarà unito attorno al proprio governo, consapevole dei grandi risultati finora ottenuti, coeso tra leader, dirigenti e popolo". La prima risposta è un 'pieghevole' che "riassume le cose fatte dal governo: è il primo di una serie di materiali di comunicazione che distribuiremo a settembre nelle Feste della Libertà, a Gubbio, ad Atreju, alla Summer school di Magna Carta, ai banchetti dei Promotori della Libertà, ovunque sia possibile". L'invito ai militanti è quello di "diffonderlo ai tuoi amici in internet. Noi faremo lo stesso nei prossimi giorni, con altre iniziative on line per dire le tante cose buone che abbiamo fatto finora e che sono la premessa per quelle che porteremo a compimento nella seconda parte della legislatura". Perchè "sono convinto che conoscere e divulgare le tante realizzazioni del nostro 'Governo del fare' sia la migliore risposta contro le calunnie e le campagne mediatiche. La forza del nostro stare insieme è nella moralità del fare. Proprio per questo - si conclude il messaggio - cercano di toglierci l`orgoglio di essere nel Popolo della Libertà, motore principale del governo del fare".

Rea

© riproduzione riservata