Giovedì 22 Luglio 2010

Bolzano/Governo ordina rimozione 36mila cartelli solo in tedesco

Roma, 22 lug. (Apcom) - Dovranno essere rimossi i 36 mila cartelli scritti solo in lingua tedesca ed esposti nella Provincia di Bolzano, censiti dal ministro per le Regioni Raffaele Fitto. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri, accogliendo in questo senso la proposta del ministro di avviare le procedure per l'esercizio del potere sostitutivo riconosciuto dalla Costituzione a Governo nei confronti di Regioni e Province a statuto speciale, come nel caso di Bolzano, per i casi di non rispetto di principi costituzionali. In sintesi, ciò significa che se la Provincia autonoma di Bolzano si ostinerà a non far rimuovere i 36 mila cartelli scritti solo in tedesco, sarò lo Stato a provveder avendo ottenuto Fitto dal Governo mandato in questo senso. Secondo le procedure, ora Fitto dovraà diffidare il Presidente della Provincia autonoma di Bolzano a provvedere alla rimozione cartelli, essendob fallita la trattativa fra Stato e Provincia che si era condotta nei giorni scorsi. "Sono rammaricato di non essere riuscito a raggiungere un'intesa ragionevole con il Presidente Durnwalder - ha affermato il Ministro Fitto al termine del Cdm - ma il ha inteso riaffermare il principio del rispetto del bilinguismo, stabilito dalla Costituzione a tutela di tutte le popolazioni".

Tor

© riproduzione riservata