Giovedì 22 Luglio 2010

Istat/ Nel 2009 Il reddito delle famiglie è sceso del 2,6%

Milano, 22 lug. (Apcom) - Nel 2009 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in termini correnti è diminuito del 2,6% rispetto all'anno precedente. Lo comunica l'Istat nel rapporto ""Conti economici nazionali per settore istituzionale". Considerando la sottostante variazione dei prezzi, il potere d'acquisto ha subito una flessione del 2,5 per cento, proseguendo la tendenza alla diminuzione iniziata già nel 2008 (-0,9 per cento). Anche la spesa per consumi finali delle famiglie ha presentato una variazione negativa sia in termini nominali (-1,9 per cento), sia in quantità (-1,8 per cento, dopo la riduzione dello 0,8 per cento registrato nel 2008). Nonostante il forte contenimento dei consumi, rileva l'Istat, le famiglie non sono state in grado di mantenere invariata la loro capacità di risparmio: la maggiore flessione del reddito disponibile ha determinato una riduzione della propensione al risparmio, che si è assottigliata nel 2009 di ulteriori 0,7 punti percentuali giungendo all'11,1 per cento, il valore più basso registrato dall'inizio degli anni Novanta.

Red-Pbl

© riproduzione riservata