Venerdì 23 Luglio 2010

Caldo/ Domani si respira, afa solo a Messina, Catania e Palermo

Roma, 23 lug. (Apcom) - Da domani si torna finalmente a respirare: dopo il picco dell'afa, previsto per oggi con 20 città a rischio, 5 a livello di allerta 3 e 15 a livello di allerta 2 e temperature che, al centro-sud, toccheranno i 40 gradi. Sabato, però sono solo 3 le città a soffrire il caldo, tutte e tre in Sicilia: 2 a livello di allerta 2 e cioè Catania con il record di 40 gradi e Palermo con 36, mentre Messina è a rischio ondate di calore con 39 gradi. Un abbassamento delle temperature dovrebbe arrivare invece nel fine settimana, prima nel nord da domani e anche al sud da domenica. Già ieri sono arrivate precipitazioni da sparse, a carattere di rovescio o temporale anche di forte intensità, su Liguria di Ponente, Valle d`Aosta, Piemonte occidentale e settentrionale e settori centro-settentrionali della Lombardia. Precipitazioni sparse, a carattere di rovescio e temporale anche su Trentino Alto Adige e settori alpini di Veneto e Friuli, con quantitativi deboli o moderati. Venti localmente forti meridionali sulla Sardegna con raffiche durante i temporali. La pioggia non dovrebbe però portare oggi variazioni significative delle temperature, con valori massimi superiori alle medie del periodo al centro-sud. Per oggi si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, a carattere di rovescio o temporale anche di forte intensità su tutti i settori alpini e prealpini, sulle pianure centro-orientali, su Liguria di Levante e sull`Appennino tosco-emiliano, con quantitativi moderati specie sui rilievi. Precipitazioni da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale sulle restanti zone del nord, con quantitativi generalmente deboli. Venti tendenti a forti si intensificheranno in tarda serata su Sardegna e settori tirrenici centro-settentrionali. Molto mossi il Mar Ligure, il Mar di Sardegna e il Tirreno centro-settentrionale. Temperature in lieve rialzo nei valori massimi al centro-sud e con valori superiori alle medie del periodo.

Red/Apa

© riproduzione riservata