Venerdì 23 Luglio 2010

Csm/Napolitano:Su nuovo Vicepresidente serve intesa con togati

Roma, 23 lug. (Apcom) - Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano torna a chiedere perentorio al Parlamento di portare a termine entro fine mese l'elezione degli otto membri laici del nuovo csm di sua spettanza, invitando le forze politiche a raggiungere rapidamente una necessaria intese sui loro nomi, indipendentemente dalla scelta di chi succederà a Nicola Mancino alla Vicepresidenza di palazzo dei Marescialli. "Bisogna assolutamente - risponde Napolitano sul nuovo Csm, conversando con i giornalisti a margine della cerimonia del Ventaglio donato dalla stampa parlamentare - tenere distinte le questioni dell'elezione dei membri laici che ancora non c'e' stata da quella, successiva, della scelta del nuovo Vicepresidente. E' una questione semplice, chiara e definita nitidamente dalla Costituzione. La maggioranza e l'opposizione parlamentare devono mettersi d'accordo per indicare otto componenti: cinque li deve scegliere la maggioranza e tre l'opposizione. Ed è fra uno di questi otto che poi il nuovo plenum dovrà eleggere il suo Vicepresidente. Ma, appunto, è un fase succesiva: è il nuovo plenum che deve farlo con una maggiroanza di due terzi dei suoi componenti. Quindi è evidente e palese che la scelta del Vicepresidente debba essere fatta con il consenso e il voto dei componenti togati".

Tor

© riproduzione riservata