Venerdì 23 Luglio 2010

Caldo/ Oggi ancora picco dell'afa, da domani si torna a respirare

Roma, 23 lug. (Apcom) - Da domani si torna finalmente a respirare in tutta Italia, Sicilia esclusa, ma oggi, mentre il nord già gode di un abbassamento delle temperature grazie alle piogge, al centro e al sud l'afa raggiunge il picco: 7 città a livello di allerta 3 e 10 a livello di allerta 2 e temperature che, al centro-sud, toccheranno i 40 gradi. In particolare oggi a bollino rosso sono Campobasso, con una temperatura massima percepita di 33 gradi, Frosinone, con 37 gradi, Genova con 34 gradi, Messina, la città più calda con 40 gradi, Perugia, 37 gradi, Roma, con 38 gradi e Torino con 36 gradi. A livello di allerta due, bollino arancione, Ancona, 36 gradi, Catania, 40 gradi, Civitavecchia, 39 gradi, Firenze, 37 gradi, Latina, 38 gradi, Napoli, 38 gradi, Palermo, 38 gradi, Pescara, 36 gradi, Rieti, 34 gradi, Venezia, 36 gradi. Sabato, però sono solo 2 le città a soffrire il caldo, tutte in Sicilia: Messina a bollino rosso con 40 gradi e Catania, allerta 2, sempre con però con 40 gradi. Domenica l'afa scompare, tutta l'Italia da nord a Sud respira. Sabato quindi è prevista una prima diminuzione delle temperature su gran parte del Paese, con l`eccezione della Sicilia dove resteranno elevate. La diminuzione più significativa è attesa per domenica, con clima ventilato su tutto il Paese e una certa variabilità residua sulle regioni centro-meridionali, quando dovrebbe aver termine l`ondata di caldo delle settimane passate. Già ieri sera infatti piogge sparse e anche temporali hanno rinfrescato la Liguria di Ponente, Valle d`Aosta, Piemonte occidentale e settentrionale e settori centro-settentrionali della Lombardia, Trentino Alto Adige e settori alpini di Veneto e Friuli, Sardegna. Sulla base dei modelli disponibili, il dipartimento della protezione civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che prevede dalle prime ore di oggi precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, sulle regioni settentrionali, in particolare quelle dell`arco alpino e prealpino. Ai fenomeni temporaleschi potranno essere accompagnate da attività elettrica, forti raffiche di vento e possibili grandinate. Tempo stabile e caldo invece al centro-sud, con rialzo termico più significativo al sud e sulle isole maggiori, con rinforzi di Maestrale su Sardegna, Golfo Ligure e settori tirrenici settentrionali. Sabato mattina l`onda perturbata apporterà residui temporali al nord-est per poi attraversare, seppur indebolita, le regioni centrali dove nel corso della giornata si svilupperanno temporali sparsi specie sui settori interni ed adriatici. Generale rinforzo dei venti di Maestrale su isole maggiori e centro-sud mentre al nord-ovest forti venti di Foehn favoriranno un netto miglioramento del tempo.

Red/Cro

© riproduzione riservata