Governo/Di Pietro a Bersani:rafforziamoci lasciamostare alchimie

Governo/Di Pietro a Bersani:rafforziamoci lasciamostare alchimie Lettera aperta:Incontriamoci,ricostruiamo coalizione riformatrice

Governo/Di Pietro a Bersani:rafforziamoci lasciamostare alchimie
Roma, 1 ago. (Apcom) - "Caro Pierluigi, Ti indirizziamo questa lettera aperta perch anche noi, come credo tutti gli italiani, siamo consapevoli che la crisi che ha travolto il Pdl una crisi lacerante e strutturale, che presto travolger lintera compagine di governo e, come tutti gli italiani, siamo allarmati che la conseguente situazione di instabilit possa esporre il Paese a danni ulteriori rispetto a quelli che il malgoverno del centrodestra ha gi provocato fino a qui". E' quanto si legge nella lettera aperta a firma del leader dellItalia dei Valori, Antonio Di Pietro, e dei due capigruppo, Massimo Donadi e Felice Belisario, inviata a Bersani e pubblicata sul quotidiano la Repubblica."Per queste ragioni -si legge - riteniamo che le opposizioni, piuttosto che affannarsi continuamente nel prefigurare o auspicare cose che non dipendono n da noi n da Voi, quali larghe intese, governi tecnici o governissimi che dir si voglia, dovrebbero senza ulteriori indugi riunirsi e mettere in campo al pi presto idee, progetti e uomini che rappresentino lalternativa di governo. Ricostruiamo, insieme, una coalizione innovatrice e capace di vincere le sfide del cambiamento. Mostriamoci compatti davanti al Paese, rimbocchiamoci le maniche consapevoli che, pi forti e uniti noi saremo, pi rapido sar il declino di questa maggioranza. Soluzioni parlamentari che consentano, prima di tornare al voto, di approvare una nuova legge elettorale meno indecedente le valuteremo insieme se e quando saranno possibili"."Ma oggi - sottolinea Di Pietro- il tempo di edificare la casa comune non di apparire al Paese intenti a perseguire trame di palazzo. Ci rivolgiamo a Te concludono - perch insieme al tuo partito abbiamo condiviso lalleanza per le ultime elezioni politiche e crediamo che da l sia giusto ripartire. Con uno spirito che non sia, mai pi per il futuro, di mera intesa elettorale, ma di profonda condivisione di un modello di modernizzazione del Paese. Per questo, ti chiediamo, già nei prossimi giorni, un incontro che non ora pi rinviabile. Perch la responsabilit di non esserci fatti trovare pronti di fronte allimplosione della maggioranza qualcosa che i nostri elettori non ci perdonerebbero".

© RIPRODUZIONE RISERVATA