Mercoledì 18 Agosto 2010

Governo/ Pd: Costituzione materiale non esiste, Pdl si rassegni

Roma, 18 ago. (Apcom) - Il Pd torna a chiedere che il presidente del Consiglio avvii la crisi in Parlamento. "Prima di parlare di voto anticipato - dice in una nota Filippo Penati, capo della segreteria politica di Pier Luigi Bersani - Berlusconi venga in parlamento e dica agli italiani che il suo governo è finito e che non ha più una maggioranza per governare. Sia chiaro che se la maggioranza verrà meno ciò dipenderà solo dalle liti al suo interno e questo è e sarà l`unico tradimento della volontà e del patto popolare". Secondo l'esponente democratico "è irresponsabile da parte degli esponenti della maggioranza continuare a scaricare sulle istituzioni lo scontro di potere in atto nel centrodestra. Ancora oggi, pur evitando lo scontro frontale si cerca, con una azione di logoramento, di forzare la mano offrendo una lettura eversiva delle leggi dello stato, modificando a piacimento quanto previsto dal dettato costituzionale. Insomma dalla guerra alla guerriglia, ma il risultato non cambia". "Nessuno - puntualizza Penati - impedisce di chiedere il voto anticipato, solo che il verificarsi di tale eventualità non è nelle mani del richiedente. La Costituzione prevede dei passaggi precisi affidandone la gestione al capo dello Stato. Da questo percorso non si deroga, così come dalle decisioni che verranno assunte dal presidente della Repubblica. Il centrodestra, anche con toni diversi, continua a ripetere lo stesso mantra sbilenco di una inesistente costituzione materiale, si preoccupi piuttosto - conclude - di governare il Paese la cui economia sta andando a picco".

Red/Bar

© riproduzione riservata