Mercoledì 18 Agosto 2010

Fini/ Di Pietro: A me a lui vogliono spezzare le gambe

Roma, 18 ago. (Apcom) - Antonio Di Pietro e Gianfranco Fini accomunati da piccoli infortuni estivi. Al Tg3 è lo stesso leader dell'Idv a fare il paragone: "Né lui né io ci siamo rotti le caviglie. Sia a lui che a me hanno cercato di spezzare le gambe. Ma non so a lui, a me certamente non ci riescono perché come vede sono ben piazzato per terra e non ho nulla di rotto. E continuerò a 'rompere' - afferma - sulla questione morale fino a quando vivrò". Secondo il leader dell'Idv Fini deve "chiarire fino in fondo" la vicenda della casa dell'eredità Colleoni che da An è finita nelle mani di Giancarlo Tulliani, fratello della sua compagna Elisabetta. "Ha già spiegato con gli 'otto punti' come si sono svolti i fatti prima, adesso deve spiegare successivamente quel che è avvenuto, vale a dire chi ha comprato quest casa e quanto l'ha pagata". Ma a giudizio di Di Pietro "Berlusconi e i suoi stanno facendo una bruttissima operazione: spostano l'attenzione sulla questione privata di Fini per non far riflettere gli italiani sui danni in materia economica, di occupazione, di danni all'ambiente, di tutela delle fasce più deboli".

Bar

© riproduzione riservata