Mercoledì 25 Agosto 2010

Prostituzione, mercato che non conosce crisi: 'prezzi' in aumento

Roma, 25 ago. (Apcom) - Sesso a pagamento, un mercato che non conosce crisi, anzi, a causa delle 'crociate' contro la prostituzione sulle strade, i prezzi delle prestazioni nell'ultimo anno sono lievitati anche fino al 40% e il 'mestiere', che oggi sfrutta anche le nuove tecnologie, si esercita anche nelle case chiuse e nei centri massaggi. E' quanto emerge da una indagine a campione del Codacons, realizzata con 1500 interviste telefoniche e 230 chiamate ad annunci di accompagnatrici e centri massaggi, sui nuovi modi e costi della prostituzione in tre delle maggiori città italiane, Milano, Roma e Napoli. E si scopre che le tariffe della prostituzione, già aumentate quasi del 150% con l`introduzione dell`euro, hanno registrato nelle tre città prese in esame un aumento medio tra il 25% e il 40% negli ultimi due anni. Il mercato del sesso a pagamento è in forte evoluzione: le nuove tecnologie (connessioni a banda larga, web-cam, internet sui telefonini) e alcune nuove leggi locali lo hanno trasformato: gli annunci cartacei lasciano il campo agli annunci on-line con foto, e qualche volta video di presentazione e cambiano anche le location. La cacciata dalle strada messa in atto, o minacciata, da alcune amministrazioni locali, ha fatto tornare di gran moda ricevere i clienti con discrezione in casa e ha contribuito al proliferare dei 'centri massaggi'. Il 'settore' è stato preso d`assalto dalla prostituzione cinese: il 40% delle 'offerte' è rappresentato da donne cinesi, solo il 25% da italiane. Nel 20% dei casi si tratta di donne provenienti dall`est, nel 12% sudamericane e nel restante 3% di altre nazionalità. Sono soprattutto Roma e Milano a sancire il primato delle donne con gli occhi a mandorla, mentre a Napoli prevalgono ancora, seppur di poco, gli annunci di italiane. L`ascesa delle prostitute cinesi, quasi sempre donne tra i trenta e i quaranta anni, che applicano delle tariffe davvero concorrenziali, stanno dando nuova linfa al mercato. Le "operaie" cinesi del sesso, meno avvenenti delle colleghe dell`est e meno curate di chi riceve in appartamento, hanno dalla loro la dedizione al lavoro e un`organizzazione del business studiata ed efficiente. (segue)

Red/Apa

© riproduzione riservata