Mercoledì 01 Settembre 2010

Nessuna 'fuga' del governatore della banca centrale cinese

New York, 1 set. (Apcom) - La notizia che il governatore della Banca Centrale cinese sarebbe fuggito negli Stati Uniti è stata smentita da fonti autorevoli. La voce di una sua diserzione era stata diffusa nei giorni scorsi dal sito di intelligence Stratfor. La fuga di Zhou Xiaochuan sarebbe stata causata - era stato argomentato - dalle forti perdite, circa 430 miliardi di dollari, che la Banca cinese aveva subito sui buoni del Tesoro americani e le autorità di Pechino avrebbero punire i colpevoli. Tutto falso Il Washington Post ha però riportato ieri di aver parlato con fonti americane autorevoli, secondo cui non esiste nessuna indicazione della fuga di Zhou e di una sua presenza negli Stati Uniti. Inoltre, secondo l'agenzia di stampa Bloomberg un funzionario del ministero delle finanze giapponese ha anche affermato di aver incontrato Zhou proprio ieri.

Emc-Fsn

© riproduzione riservata