Mercoledì 01 Settembre 2010

Napolitano e il Governo: "Si va verso evoluzione più benigna"

Venezia, 1 set. (Apcom) - Sulle tante ipotesi che animano il dibattito politico e sulla confusione di questi giorni e sulle ventilate ipotesi di elezioni anticipate, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, risponde come sempre in modo pacato: "C'è una grande molteplicità di idee, sovrapposizioni di ipotesi. Si va verso un'evoluzione più benigna, siamo verso una evoluzione più benigna, siamo nella febbre politica del no, non è vero, sotto sotto e i ma". Napolitano, interpellatom sulle incognite della situazione economica ha poi osservato: "La politica si dovrà concentrare per forza, perchè se è stata approvata la manovra poi c'è la finanziaria e poi bisognerà verificare quale è l'andamento della congiuntura sul piano mondiale, europeo e nazionale". Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, relativamente alle incognite dell'andamento dell'economia e dell'unità di intenti a livello politico. Da Venezia dove il capo dello Stato si trova in visita privata insieme alla moglie Clio dove oggi ha visita la XII biennale di Architettura, il presidente ha proseguito: " In Europa le tendenze sono contraddittorie, abbiamo questi dati molto positivi per la Germania che però non fanno tendenza complessiva per l'Europa. Il problema di come si muova l'Europa in quanto soggetto unitario è più che mai aperto. Io dirò qualcosa in proposito sabato nel video messaggio a Cernobbio e sentiremo gli altri".

Bnz/Fva/Pol/

© riproduzione riservata