Mercoledì 01 Settembre 2010

Papa: In Asia si aprono ampi orizzonti di missione

Roma, 1 set. (Apcom) - L'Asia terra di missione per i cattolici. Lo scrive il papa nel messaggio inviato ai partecipanti al congresso del laicato cattolico asiatico apertosi martedì a Seul in Corea. Il testo del messaggio è pubblicato sull'edizione odierna dell'Osservatore romano: "'I popoli dell'Asia hanno bisogno di Gesù Cristo e del suo Vangelo, poiché il Continente ha sete dell'acqua viva che solo lui può dare' (Ecclesia in Asia, n. 50). Queste parole profetiche del Servo di Dio Giovanni Paolo II - dice Benedetto XVI - risuonano ancora oggi come monito rivolto a ciascun membro della Chiesa in Asia". "Se i fedeli laici devono assumersi questa missione, devono divenire ancora più consapevoli - ammonisce il pontefice - della grazia del loro battesimo e della dignità che è loro propria quali figli e figlie di Dio, il Padre, condividere la morte e la resurrezione di Gesù, suo Figlio, ed essere unti dallo Spirito Santo quali membri del Corpo mistico di Cristo che è la Chiesa. In unione di mente e di cuore con i loro pastori, e accompagnati a ogni passo del loro viaggio di fede da un'adeguata formazione spirituale e catechetica, devono essere incoraggiati a cooperare in maniera attiva non solo all'edificazione delle loro comunità cristiane locali, ma anche alla creazione di nuove modalità di annuncio del Vangelo in ogni settore della società". "Di fronte agli uomini e alle donne dell'Asia si aprono dunque ora - scrive ancora Joseph Ratzinger - ampi orizzonti di missione nei loro sforzi di testimoniare la verità del Vangelo. Penso in particolare alle opportunità offerte dal loro esempio di amore coniugale e di vita familiare cristiani, alla loro difesa del dono divino della vita dal concepimento fino alla morte naturale, alla loro amorevole sollecitudine per i poveri e per gli oppressi, alla loro disponibilità al perdono dei nemici e dei persecutori, al loro esempio di giustizia, di verità e di solidarietà sul posto di lavoro e alla loro presenza nella vita pubblica". (segue)

Bar

© riproduzione riservata