Martedì 14 Settembre 2010

Rogo Corano/Almeno 13 morti in Kashmir, assalita scuola cristiana

Srinagar (India), 14 set. (Apcom) - E l'onda lunga del progettato rogo del Corano ha colpito il Kashmir. Tredici persone, per la maggior parte manifestanti, sono state uccise nella porzione indiana della regione, territorio a maggioranza musulmana, in occasione della giornata più cruenta dall'inizio del movimento di protesta contro l'autorità di Nuova Delhi tre mesi fa. Le ultime manifestazioni separatiste sono state caratterizzate da una ripresa delle violenze, a seguito della diffusione di immagini che mostravano un gruppo cristiano sul punto di strappare alcune pagine del Corano sabato a Washington, davanti alla Casa Bianca. Cinque persone sono state uccise nel villaggio di Tangmarg (ovest), dove la polizia ha aperto il fuoco contro i manifestanti che tentavano di incendiare edifici ufficiali. I dimostranti hanno incendiato una scuola religiosa cristiana dello stesso villaggio, senza provocare vittime. Le autorità del Kashmir indiano hanno annunciato il divieto di trasmissione della rete televisiva iraniana Press Tv, che aveva diffuso le immagini delle pagine del Corano strappato. L'ambasciatore degli Stati Uniti, Timothy J. Roemer, che si è detto "costernato" da queste violenze, ha ricordato che il presidente Barack Obama aveva condannato ogni profanazione del Corano.

Fco/Aqu

© riproduzione riservata