Martedì 14 Settembre 2010

M.O./ Vertice Egitto, Netanyahu non vuole boicottare negoziati

Tel Aviv, 14 set. (Apcom) - Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu non cerca in alcun modo di boicottare i negoziati di pace diretti con i palestinesi. Lo ha affermato a Tel-Aviv un alto responsabile israeliano. "Il primo ministro non cerca di boicottare i negoziati, al contrario", ha dichiarato sotto copertura di anonimato questo alto responsabile prima della partenza di Netanyahu per Sharm el-Sheikh (Egitto) dove deve incontrare il presidente palestinese Abu Mazen per una nuova sessione di negoziati diretti, alla presenza del segretario di stato americano Hillary Clinton. Interpellato sull'ordine del giorno e sullo svolgimento di questi negoziati, questo alto responsabile ha aggiunto: "E' la Clinton che stabilirà tutto questo". Ha d'altra parte affermato che Netanyahu sosterrà durante questi colloqui che i palestinesi devono riconoscere Israele come stato nazione del popolo ebraico, che accordi devono garantirne la sicurezza e infine che il futuro accordo di pace deve prevedere la conclusione delle rivendicazioni palestinesi. La polizia israeliana è stata messa intanto in stato di massima allerta in occasione del vertice di Sharm el-Sheikh. "Le nostre forze sono state messe in stato di allerta per ovviare a ogni provocazione o tentativo di attacco terroristico durante i colloqui di Sharm", ha dichiarato Micky Rosenfeld, portavoce della polizia israeliana. (Con fonte Afp)

Fco

© riproduzione riservata