Mercoledì 15 Settembre 2010

Governo/ Berlusconi insiste: Saremo autosufficienti

Roma, 15 set. (Apcom) - Nonostante tutto, Silvio Berlusconi continua a mostrarsi ottimista. La lista dei "no", che si è pubblicamente allungata con il passare delle ore, al gruppo di 'responsabilità nazionale' di cui il segretario del Pri, Francesco Nucara, aveva annunciato la nascita, non sembra far recedere il premier dal suo obiettivo di raggiungere l'autosufficienza alla Camera senza i finiani. Un po' con tutti quelli che hanno avuto modo di parlargli, per la verità, Berlusconi si è lamentato per la "frettolosità" di Nucara: "Adesso tocca a me riannodare i fili". In realtà, spiegano più fonti nel Pdl, quell'annuncio era stato concordato e la decisione di spargere ottimismo faceva parte della strategia del premier. Adesso Berlusconi avrebbe spostato l'obiettivo e punterebbe non tanto alla formazione di un gruppo, quanto a fare il 'pienone' di voti alla Camera, per dimostrare che il governo "ha una sua autonomia non solo numerica ma anche politica". E rispondere così anche alla Lega che continua ad alzare il tiro e a sponsorizzare le urne. Il presupposto del ragionamento del Cavaliere è che gli esponenti di Futuro e Libertà, come hanno ripetuto più volte, confermeranno il loro sostegno all'esecutivo. E nel suo discorso - oltre ai famosi cinque punti - Berlusconi potrebbe inserire accenni a temi 'sensibili' per i componenti di quelle formazioni che non fanno parte della maggioranza.

Aqu

© riproduzione riservata