Mercoledì 15 Settembre 2010

Scuola/ Napolitano: Più soldi ma anche più impegno su risultati

Giffoni (Salerno), 15 set. (Apcom) - Per la scuola italiana servono più soldi, più investimenti ma anche un'attenzione più forte ai risultati perché la Costituzione stessa premia e agevola il merito. In giorni di grandi polemiche sulla scuola e dopo aver incontrato ieri una piccola rappresentanza degli insegnanti precari di Salerno, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano invoca più risorse ma anche più qualità per la scuola italiana. Al Giffoni Film Festival il presidente incontra i giovani che ne sono i veri animatori e si sottopone a un vero e proprio 'interrogatorio'. Molte domande vanno nella direzione della scuola e della formazione e vengono espresse varie preoccupazioni per i tagli. Il capo dello Stato premette che i tagli "non possono essere indifferenziati" ma vanno individuate "priorità". Detto questo ognuno deve fare la sua parte, insegnanti e studenti compresi. "Abbiamo bisogno di più risorse e di più qualità - osserva il presidente - che significa molto impegno a produrre buoni risultati che dipendono dagli ordinamenti, dalle risorse e anche dagli insegnanti e dagli studenti. Non bisogna dimenticare che la Costituzione si riferisce ai capaci e ai meritevoli: va incoraggiato chi si applica e realizza di più".

Vep/Sar

© riproduzione riservata