Mercoledì 15 Settembre 2010

Italia-Libia/ Vito: Impegno perché non si ripetano attacchi

Roma, 15 set. (Apcom) - L'attacco al peschereccio italiano da parte della motovedetta libica è stato "un episodio molto grave che richiede un impegno forte affinché azioni del genere non si ripetano". Lo ha detto Elio Vito, ministro per i Rapporti con il Parlamento, rispondendo ad un'interrogazione del Pd durante il question time alla Camera. Vito ha ricordato le intese firmate con la Libia, anche sulla lotta all'immigrazione clandestina, nel 2007 dal ministro Amato e nel 2009 da Maroni, e che l'accordo di partenariato del 2008 richiama quello del 2000 sulla lotta al terrorismo. Il ministro ha sottolineato che sull'"episodio grave" degli spari contro il peschereccio il Governo di Tripoli ha presentato "formalmente le scuse", e che sono in corso un'inchiesta in Libia e una in Italia, oltre all'indagine del Viminale. In ogni caso "il Governo approfondirà su correttivi" alle intese che dovessero risultare "opportuni". Ma non può concludere accordi sulla pesca con Paesi terzi all'Europa perché si tratta di materia su cui l'Ue ha la competenza.

Mdr

© riproduzione riservata