Mercoledì 15 Settembre 2010

Governo/Epifani:Non indifferenti a elezioni,non possiamo perdere

Bologna, 15 set. (Apcom) - Il segretario della Cgil Guglielmo Epifani, intervenendo questa mattina all'attivo della segreteria dell'Emilia Romagna, ha enunciato i temi che vedranno impegnato il sindacato nei prossimi mesi anche in vista di una possibile crisi di governo con conseguenti elezioni anticipate. Per il segretario non è possibile per il centrosinistra perdere un'altra volta e nemmeno pareggiare. Per questo la Cgil sarà impegnata ad allargare la capacità di aggregazione tra i lavoratori. "Di fronte alla fase che si apre - dice Epifani - dobbiamo tenere un profilo confederale generale che punti a stare insieme, a unire e non a separare, non solo per iniziative generali" come nel caso di manifestazioni o scioperi. Bisogna dare l'idea che c'è un "progetto altro da mettere in campo. Dobbiamo allargare - continua - la nostra capacità di aggregazione a coloro che non hanno voce e non riescono a farsi rappresentare". Rivolgendosi poi alla politica, aggiunge: "Questo è un problema che devono porsi innanzitutto le forze di opposizione. Anche se si votasse tra tre anni non si può arrivare all'ultimo giorno utile per preparare una proposta per il futuro del paese. Non possiamo pensare che le elezioni siano indifferenti per noi". Infatti, continua Epifani, "dobbiamo lavorare perché prevalga chi ha l'idea di società e di sviluppo più vicina alla nostra. Quando sono in campo due idee diverse non si può pareggiare la volta prossima. Bisogna evitare di perdere ancora una volta perché si consoliderebbe un progetto devastante per la storia del paese".

Pat/Sar

© riproduzione riservata