Fini: Forse commessa leggerezza, attendo indagini con fiducia

Fini: Forse commessa leggerezza, attendo indagini con fiducia Prezzo di 300mila euro fu considerato adeguato dai miei uffici

Fini: Forse commessa leggerezza, attendo indagini con fiducia
Roma, 25 set. (Apcom) - Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ammette che "forse" nella vendita della casa di Montecarlo, donata ad An, venduta a una società off-shore e poi affittata a suo cognato Giancarlo Tulliani, "è stata commessa una leggerezza"."Il prezzo della vendita, 300 mila euro - ricorda Fini nel videomessaggio trasmesso da vari siti internet - è stato oggetto di buona parte del tormentone estivo. Dai miei uffici fu considerato adeguato perché superava del 30 per cento il valore stimato dalla società immobiliare monegasca che amministra l'intero condominio"."Si poteva spuntare un prezzo più alto?", si chiede Fini nel videomessaggio. "E' possibile. E' stata una leggerezza? Forse. In ogni caso, poiché la Procura di Roma ha doverosamente aperto una indagine contro ignoti, a seguito di una denunzia di due avversari politici e poiché, a differenza di altri, non strillo contro la magistratura, attendo con fiducia l'esito delle indagini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA