Mercoledì 29 Settembre 2010

Berlusconi: Dialettica interna oltre limiti, critiche a priori

Roma, 29 set. (Apcom) - Il dibattito è "legittimo" perché il confronto aiuta ad affrontare i problemi, soprattutto quelli nuovi che si pongono, ma "è indubbio che negli scorsi mesi la dialettica interna" alla maggioranza "ha superato i limiti fisiologici del confronto" e "si è assistito a critiche aprioristiche al governo". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, durante il suo intervento a Montecitorio, in cui ha affrontato le ragioni dei problemi interni alla maggioranza e ha sottolineato la sua "amarezza" per quanto accaduto. "Siamo convinti - ha sottolineato - che il governo in questi anni ha lavorato sodo e con risultati positivi. Perché allora sono sorte in maggioranza distinzioni e divergenze che hanno portato all'uscita di alcuni parlamentari dal Pdl e alla formazione di un nuovo gruppo?". Al di là del programma "tutto si può dibattere - ha sottolineato Berlusconi - e il governo dopo le elezioni si può trovare alle prese con problemi nuovi come quelli scatenati dalla crisi che può portare a scelte nuove. Su problemi nuovi ci può essere legittimo dibattito, la discussione può servire a mettere a punto risposte ai bisogni. La mia indole è aperta alla ricerca delle soluzioni migliori attraverso contributi diversi. Ma è indubbio che negli scorsi mesi la dialettica interna ha superato i limiti fisiologici del confronto sulle idee, si è assistito a critiche aprioristiche al governo".

Bac

© riproduzione riservata