Martedì 05 Ottobre 2010

In Ecuador Correa proroga lo stato di emergenza fino a venerdì

Quito, 5 ott. (Apcom) - Il presidente dell'Ecuador, Rafael Correa, ha firmato un decreto per prorogare fino a venerdì lo stato d'urgenza, dichiarato dopo un fallito golpe da parte di un gruppo di agenti di polizia, che scadeva oggi. "È necessario rinnovare lo stato di emergenza decretato il 30 settembre 2010 per garantire la sicurezza dei deputati con l'intervento delle forze armate", dichiara il presidente in questo documento. Ieri, il segretario giuridico della presidenza, Alexis Mera, avevano scartato l'ipotesi di una proroga della misura sottolineando che il paese sta "ritrovando la calma lentamente". Giovedì scorso, centinaia di poliziotti e militari hanno occupato l'aeroporto di Quito, capitale dell'Ecuador, e l'edificio che ospita il parlamento, per protestare contro la legge che limita i benefici fiscali delle forze di sicurezza. Le truppe hanno bloccato gli accessi autostradali allo scalo, rimasto isolato e dove i voli sono stati sospesi. La situazione è rapidamente precipitata dopo che l'ospedale in cui si trovava Correa, ricoverato perché intossicato dal fumo dei gas lacrimogeni, è stato circondato da un gruppo di poliziotti. (segue) (Fonte Afp)

Bla

© riproduzione riservata