Domenica 17 Ottobre 2010

Afghanistan/Holbrooke:grazie a Italia per "lavoro straordinario"

Roma, 17 ott. (Apcom) - Richard Holbrooke ha espresso grande apprezzamento per il contributo degli italiani sul teatro afgano "che hanno fatto un lavoro straordinario" e ha espresso dolore per i soldati italiani caduti in Afghanistan. Ospite di Lucia Annunziata nel programma "In 1/2 ora" su Rai3, l'inviato speciale di Obama in Afghanistan e Pakistan ha detto: "Abbiamo un nemico comune. Per questo Italia e Usa, come in passato, continueranno a stare insieme. Gli italiani sono al comando di un settore importante, l'Ovest del paese. Il Paese è minacciato da estremisti che minacciano anche noi, per questo siamo lì", ha spiegato Holbrooke, ricordando le ragioni che hanno portato all'intervento in Afghanistan, gli attentati del settembre 2011. Sulla natura della missione italiana, Holbrooke ha voluto "lasciare la politica italiana agli italiani". "La situazione in Afghanistan è chiara. I talebani attaccano le forze della Nato e le forze della Nato devono difendersi. Gli italiani si stanno comportando con grande capacità. Quando sanno che sono attaccati devono difendersi e prendere tutte le misure necessarie. Lascio agli italiani decidere la natura dell'impegno, ma è indispensabile il loro contributo". Una posizione condivisa anche dall'inviato speciale in Afghanistan e Pakistan del governo italiano: "Non cambia la natura della nostra missione. Se attaccati rispondiamo" ha detto l'ambasciatore Massimo Iannucci, anch'egli ospite della trasmissione, pur riconosciuto comunque che "certamente è accresciuta pressione nei nostri confronti".

Fcs

© riproduzione riservata