Domenica 24 Ottobre 2010

Il 55% italiani ha tradito almeno una volta il proprio partner

Roma, 24 ott. (Apcom) - Italiani sempre più traditori. Cresce infatti il numero delle infedeltà coniugali e la città dove si tradisce più è Milano seguita a ruota da Roma. Aumenta inoltre la percentuale dei cosiddetti `traditori seriali', coloro che scelgono di dare libero sfogo ai propri istinti attraverso i social network, in particolare Facebook. A `fotografare' l`infedeltà delle coppie italiane è l`Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani (Ami). Il primato - riferiscono gli avvocati - resta agli uomini con il 55% dei mariti che ha tradito almeno una volta contro il 45% delle mogli. Quanto alla `geografia' del tradimento, il 60% avviene sul luogo di lavoro mentre l`ora più a rischio è tra le 14 e le 15, ovvero nella `pausa pranzo'. Nel 70% dei casi si tratta di `scappatellè, mentre nel restante 30% di relazioni sentimentali stabili. "I dati denotano una sostanziale crisi della tenuta della coppia: nel 50% dei casi le `corna' sono tollerate e stanno scomparendo gli `Orlando furioso' - commenta il presidente nazionale dell`Associazione, Gian Ettore Gassani - Si è elevata di molto l`età del traditore, con una media attuale, tra uomini e donne, di 44 anni. I più inclini in assoluto a tradire il coniuge - aggiunge - sono però i maschi cinquantenni, catturati dalla sindrome di `Peter Pan`. (segue)

red/cro

© riproduzione riservata