Lunedì 01 Novembre 2010

Maltempo/ Tre morti e un disperso, situazione grave al Nord

Roma, 1 nov. (Apcom) - E' di tre morti e un disperso il bilancio, ancora tutto provvisorio, della forte ondata di maltempo che nella notte ha colpito l'Italia del Nord. La situazione più grave in Toscana, nel comune di Massa, dove tre persone hanno perso la vita: si tratta di una madre con suo figlio e di un uomo investito da una colata di fango mentre cercava di riparare il tetto della sua abitazione. Un altro disperso si registra nel vicentino, dove è esondato il fiume Bacchiglione a Cresole di Caldogno: lo stanno cercando i vigili del fuoco. Un'altra vittima, morta per il maltempo ma solo indirettamente, si è registrata sulla A4 dove una Porsche, il cui conducente non ha notato che il traffico era bloccato a causa della chiusura dell'autostrada per allagamenti, è finita contro una Fiat Punto: la conducente della Fiat è morta sul colpo. E proprio sulla A4 il tratto tra Montebello, nel vicentino e Verona est è stato chiuso per allagamenti dovuti alla tracimazione del Trampigna e dell'Alpone e non è certo se l'autostrada potrà riaprire entro oggi. In Lombardia le piogge che non danno tregua da oltre 36 ore hanno provocato l'esondazione dei fiumi Lambro e Seveso. Cento millimetri di pioggia sono caduti dalle tre della notte a Firenze, rendendo necessario l`intervento di uomini e mezzi del Consorzi di Bonifica, istituzioni e volontari. In Emilia Romagna c'è un preallerta per possibile esondazione del Secchia nel Modenese e dell'Enza nel reggiano e nel parmense. Ancora, in Veneto, il fiume Bacchiglione è tracimato in più punti nel vicentino, mentre è allerta per il livello delle acque del fiume Retrone, quasi al limite. Frane, smottamenti e piccoli allagamenti anche in Liguria, dove la situazione più critica si registra nello Spezzino dove il fiume Magra è ai livelli di guardia e i suoi affluenti sono tracimati.

Apa

© riproduzione riservata