Lunedì 01 Novembre 2010

Iraq/ Blitz cattedrale, esercito Usa smentisce partecipazione

Baghdad, 1 nov. (Apcom) - L'esercito americano ha smentito di aver partecipato all'operazione di ieri per liberare gli ostaggi nella cattedrale siriaco-cattolica di Baghdad. "Non ci sono stati soldati americani implicati nell'assalto per liberare gli ostaggi", ha dichiarato il colonnello Barry Johnson, un portavoce dell'esercito Usa. "I nostri primi consiglieri e i nostri primi soldati sono arrivati dopo che le forze speciali irachene avevano condotto l'operazione all'interno della chiesa", ha aggiunto. Diversi superstiti avevano affermato di essere stati salvati da soldati americani, cosa smentita dal colonnello Johnson. "Penso che sia stata fatta confusione", ha osservato, alludendo al fatto che le forze speciali irachene si vestono come le unità d'elite americane. Il comando militare americano in Iraq ha ammesso di aver fornito il suo aiuto, precisando che sul posto vi erano "solo delle squadre di consiglieri"."Le forze americane hanno fornito un aiuto solo in termini di intelligence, sorveglianza e ricognizione" alla forze di sicurezza irachene, secondo un comunicato militare americano. Il nuovo bilancio dell'assalto condotto ieri rivendicato da Al Qaida in Iraq contro la cattedrale siriaco-cattolica di Baghdad è di almeno 47 morti e 62 feriti, la maggior parte donne.

Ihr

© riproduzione riservata