Venerdì 05 Novembre 2010

Charter Eni cade in Pakistan, un italiano tra le 21 vittime

Roma, 5 nov. (Apcom)- C'è almeno un cittadino italiano tra le 21 vittime dell'incidente aereo avvenuto oggi a Karachi, nel sud del Pakistan, che ha visto coinvolto un aereo noleggiato dal gruppo Eni. Lo riferisce l'Afp, citando fonti della multinazionale petrolifera italiana. Stando a quanto riferito dalle autorità locali, citate dal quotidiano pachistano Dawn, sono almeno 12 i corpi recuperati finora. L'aereo è stato distrutto - ha detto il colonnello Noor Agha, responsabile delle operazioni di recupero - i corpi delle vittime sono irriconoscibili. Non si riesce a capire neanche se sono donne o uomini. Non conosciamo la loro nazionalità". In una nota Eni ha confermato che questa mattina alle 7.25 ora locale l'aereo JS Chartered è precipitato nei pressi di Karachi vicino al Central Ordinance Depot subito dopo essere decollato dall'aeroporto internazionale Jinnah. Il volo era diretto al giacimento gas di Bhit nel distretto di Jamshoro, nella provincia di Sindh. L'aereo trasportava 21 passeggeri, inclusi 3 membri dell'equipaggio, un rappresentante della sicurezza aeroportuale, 15 impiegati di Eni e due contrattisti. Il gruppo fa sapere che ulteriori dettagli sull'incidente saranno forniti dopo le necessarie verifiche. Il pilota aveva subito riferito alla torre di controllo di problemi al motore, ricevendo l'ordine di rientrare, ma il velivolo è precipitato prima, in un campo aperto, nei pressi dello scalo di Karachi.

Sim/

© riproduzione riservata