Lunedì 08 Novembre 2010

Domani Berlusconi all'Aquila,Comitato 3 e 32: 'Che viene a fare?'

Roma, 8 nov. (Apcom) - "L`unico messaggio che abbiamo per Berlusconi è: torna quando avremo visto i fatti". Il comitato '3 e 32' si mobilita in vista della visita del premier all'Aquila, prevista per domani, quando Berlusconi a Coppito, nella scuola sottufficiali della Guardia di Finanza, presenzierà alla cerimonia di consegna delle pubbliche benemerenze di prima classe ai vertici delle strutture operative. "Berlusconi non si fa vedere all`Aquila da gennaio, nonostante mesi di mobilitazione, manifestazioni a L`Aquila e a Roma, manganellate. E ora torna quando la ricostruzione è ferma, stiamo ripagando tasse e mutui, dovremo ripagarci anche le case 'E' mettendoci i soldi di tasca nostra, non c`è una legge né una certezza per l`economia e il lavoro", scrivono quelli del Comitato sul proprio blog. Ma il tam tam viaggia anche su Facebook, dove si iniziano a raccogliere adesioni spontanee per andare a manifestare domani il proprio dissenso in piazza. "Torna e che fa - si chiedono i Comitati aquilani - ascolta la gente e i problemi? Si reca in città? No. Si barrica, insieme a Chiodi e Bertolaso, nel Dicomac, nella cittadella militarizzata della guardia di Finanza, un posto blindato come una moderna Bastiglia, dove è vietato manifestare". "Che cosa viene a fare, ancora promesse? - proseguono con durezza quelli del Comitato 3 e 32 - A ripulirsi l`immagine, tentando ancora una volta di accreditare il miracolo aquilano? Dopo 19 mesi di inganni nessuno è più disposto a credere alle promesse. L'Aquila rifiuta gli sciacalli", concludono e, per sabato 20 novembre, hanno organizzato una manifestazione nazionale nel capoluogo aquilano per denunciare "la ricostruzione che non c'è".

Red/Apa

© riproduzione riservata