Martedì 09 Novembre 2010

A Modena maxi-retata antidroga della polizia: 11 arresti

Roma, 9 nov. (Apcom) - La Polizia di Stato di Modena ha oggi concluso un'importante operazione antidroga; 11 le persone arrestate, tutte responsabili dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L'indagine, coordinata dal Servizio Centrale Operativo e dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga, che ha preso le mosse nell'ottobre del 2009 anche grazie alle segnalazioni dei cittadini residenti nelle zone maggiormente interessate dalla presenza di spacciatori, ha permesso di far luce sulla struttura dell'associazione criminale, composta da cittadini magrebini (tunisini e marocchini) ed albanesi. L'organizzazione - si legge in una nota della Polizia di Stato - si era imposta nel tempo come uno dei più consistenti gruppi delittuosi operanti sul territorio regionale (oltre che del nord della penisola e con significative ramificazioni in Albania), raggiungendo la capacità criminale di gestire il commercio illegale di svariati chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo eroina, importata direttamente dai canali della produzione e destinata al mercato sia delle province di Modena e Bologna che di altre province del nord. Per il trasporto della droga la banda ha sistematicamente utilizzato corrieri albanesi e magrebini, gran parte dei quali arrestati in provincia di Modena in flagranza di reato, con contestuale sequestro di ingenti partite di eroina purissima, ancora da tagliare. Gli investigatori della Squadra Mobile di Modena nel corso delle perquisizione negli appartamenti nella disponibilità dell'organizzazione hanno rinvenuto tutto l'occorrente per il confezionamento all'ingrosso delle sostanze tra cui una pressa idraulica professionale per il confezionamento dello stupefacente in panetti da 500 grammi. I particolari dell'operazione, denominata "Savignano", saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 11 in Questura.

BOL

© riproduzione riservata