Martedì 09 Novembre 2010

Como, truffa da 60 mln euro a 1.300 risparmiatori: sette arresti

Roma, 9 nov. (Apcom) - La crisi economica è pesante, ma se alla crisi si aggiungono le truffe la miscela diventa esplosiva: una finanziaria comasca, la Ibs Forex, che prometteva lauti guadagni a fronte di investimenti nel settore del mercato delle valute estere, è riuscita a truffare oltre 1300 ignari risparmiatori, sia privati cittadini sia enti pubblici, tra cui la Provincia regionale di Palermo che, a fronte di complessivi investimenti per quasi 90 milioni di euro, hanno visto andare in fumo circa 60 milioni di euro per lo più frutto dei risparmi di una vita. E' quanto emerso dalle investigazioni condotte dalla fiamme gialle del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Como, coordinate dal pubblico ministero della locale Procura Massimo Astori, che questa mattina hanno eseguito 7 ordinanze di custodia cautelare, di cui 3 in carcere e 4 ai domiciliari, emesse dal giudice per le indagini preliminari Nicoletta Cremona nei confronti di sette responsabili: rappresentanti legali, direttore generale, capo team gestione e l'intero collegio sindacale. I reati contestati sono bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e falso in bilancio che hanno portato la finanziaria al fallimento su richiesta del pubblico ministero ed alla sua cancellazione dall'albo degli operatori finanziari ad opera della Banca d'Italia. (Segue)

Red/Cro

© riproduzione riservata