Martedì 09 Novembre 2010

Oltre la censura, è in rete lo spot-pro eutanasia

Roma, 9 nov. (Apcom) - E' in rete lo spot-pro eutanasia creato dall'associazione Exit international, bloccato dall'autorità per le comunicazioni australiane e ora rilanciato in Italia dall'associazione Luca Coscioni e dal Partito Radicale. La versione italiana dello spot, interpretato in italiano dalla voce di Toni Garrani, è stata presentata stamane in una conferenza stampa alla quale ha partecipato, assieme a Mina Welby e al segretario dell'associazione Luca Coscioni Marco Cappato, anche Fabio Ravezzani, direttore di Telelombardia. L'emittente lombarda ha infatti preannunciato, prima televisione in Italia, la trasmissione dello spot. La programmazione della pubblicità a favore della legalizzazione dell'eutanasia, oltre che su Telelombardia, si allargherà ad altre emittenti locali e nazionali nella misura in cui saranno stati raccolti i fondi: per ciascun euro di versamenti da parte degli utenti internet nelle prossime settimane, l'associazione Luca Coscioni si impegna a investire un altro euro nella programmazione, raddoppiando così l'impatto pubblicitario.

Red/Cro

© riproduzione riservata