Lunedì 15 Novembre 2010

Milano 2011/ Pisapia: A vincere è la democrazia delle primarie

Milano, 15 nov. (Apcom) - Giuliano Pisapia ha vinto le primarie del centro sinistra per la corsa a sindaco di Milano. L'avvocato e ex parlamentare di Rifondazione Comunista, candidato con il sostegno di Sinistra Ecologia e Libertà e dei movimenti comunisti, ha vinto sull`architetto Stefano Boeri, il candidato sostenuto dal Pd, con il 45,36 per cento dei voti, contro il 40,16 dell'avversario. L'outsider delle primarie Valerio Onida ha conquistato il 13,41% dei circa sessantasettemila votanti, un dato inferiore alle attese degli organizzatori delle primarie che si aspettavano un'affluenza maggiore, almeno di centomila votanti. Il quarto candidato, Michele Sacerdoti, è arrivato all'1,07%. "La prima grande vittoria non è la mia, a vincere è innanzitutto la democrazia delle primarie e la vitalità del centrosinistra. Di questo voglio ringraziare tutti i partiti che hanno accettato e reso possibile questa scommessa, a cominciare dal Partito Democratico, che continuerà ad essere la componente principale di un centrosinistra unito e rigenerato da questa bella pagina politica, per sconfiggere insieme le destre, a Milano e nel Paese. E naturalmente Boeri, Onida e Sacerdoti, con i quali c'è stato un leale e proficuo confronto, di buon auspicio per il futuro" ha detto Pisapia subito dopo l'esito delle primarie. "Quella di oggi è la vittoria della politica sull'antipolitica, del dialogo contro la divisione, della responsabilità partecipativa contro il disimpegno cinico ed egoistico. Possiamo dirlo senza incertezze: a Milano qualcosa è cambiato". Il candidato del centrosinistra a sindaco di Milano ha aggiunto che "ora è importante non disperdere queste energie e questa ricchezza costruendo tutti insieme un grande coalizione capace di parlare a tutti i cittadini, ai loro bisogni e alle loro straordinarie risorse civili e di dare vita a progetti concreti per restituire a Milano la sua identità di città costruttiva, all'avanguardia, aperta, generosa. Io sono pronto". Rispetto al Partito democratico, uscito sconfitto da queste primarie, Pisapia ha voluto subito rassisurare tutti. Il Pd "continuerà ad essere la componente principale di un centrosinistra unito e rigenerato - ha detto - da questa bella pagina politica, per sconfiggere insieme le destre, a Milano e nel Paese".

Pmz

© riproduzione riservata