Lunedì 15 Novembre 2010

Gb/ Cameron pronto a misurare la felicità dei britannici

Roma, 15 nov. (Apcom) - Il premier britannico David Cameron vuole misurare il benessere dei suoi concittadini per definire la strategia politica del governo. Nonostante il "nervosismo" di Downing Street all'idea di testare l'umore nazionale nel pieno delle misure di austerità e dopo le proteste, l'Ufficio di Statistica nazionale riceverà il prossimo 25 novembre l'incarico di mettere in pratica il desiderio di Cameron di misurare "il benessere nazionale". Stando a quanto riferito al quotidiano Guardian da una fonte governativa, i risultati della ricerca avranno scadenza trimestrale come quelli sulla criminalità. "Lo scopo è quello di offrire una serie di dati, alcuni nuovi, altri usando un set di dati che al momento non sono ben usati, da diffondere con una frequenza ancora da decidere in modo da presentare un quadro sul benessere fisico e psicologico delle persone nel Regno unito", ha detto la fonte. Due Nobel per l'Economia, Joseph Stiglitz e Amartya Sen, hanno più volte invitato i leader mondiali a non misurare il benessere nazionale affidandosi solo al Prodotto interno lordo (Pil), ma a comprendere anche il benessere familiare e la sostenibilità ambientale. "Il piano britannico tradurrà i due elementi più importanti della raccomandazione di Stiglitz e Sen: una misurazione sistematica del benessere individuale nell'ambito di un più vasto sistema di monitoraggio nazionale e l'utilizzo di questi dati per le scelte politiche", ha detto al Guardian John Helliwell, membro del Consiglio di Statistica nazionale del Canada. Anche il Canada, come la Francia, hanno annunciato l'intenzione di avviare iniziative simili.

Sim

© riproduzione riservata