Lunedì 15 Novembre 2010

Germania/ Merkel difende decisioni governo su nucleare e tasse

Karlsruhe, 15 nov. (Apcom) - Si è trattato di decisioni "necessarie" che prima o poi risulteranno vincenti: così il cancelliere tedesco Angela Merkel ha difeso oggi al Congresso del suo partito, la Cdu, le misure assunte dal suo governo, in particolare quelle sul nucleare e sul no alla riduzione delle tasse. "Le decisioni che abbiamo preso in autunno potranno in un primo tempo essere contestate", ha sottolineato Angela Merkel davanti a un migliaio di delegati dell'Unione democratico-cristiana (Cdu) riuniti a Karlsruhe fino a domani: "Ma si riveleranno necessarie e alla fine convincenti". Cinquantasei anni, al potere dal 2005, il cancelliere tedesco si vede costretta a far fronte al disappunto dei tedeschi, in maggioranza contrari al prolungamento della vita delle centrali nuclearei. Ugualmente, Merkel ha dovuto ammettere che il governo da lei diretto, in coalizione con i liberaldemocratici, non ha soddisfatto gli elettori, con i sondaggi che registrano minimi storici di gradimento, alla vigilia di un anno elettorale particolarmente impegnativo in diversi Laender. "Il bilancio del governo cristiano-liberale nel suo primo anno è impressionante nei fatti, ma non nello stile", ha ammesso. "Inutile cercare di indorare la pillola", ha aggiunto Merkel, confermando, tra l'altro, che non vi saranno diminuzioni di imposte come auspicato dall'alleato liberale Fdp. Oggi è attesa l'elezione del direttivo del partito: la riconferma di Angela Merkel è data per scontata, ma le percentuali di consenso saranno indicative.

Fcs

© riproduzione riservata