Domenica 21 Novembre 2010

Domani il mondo dello spettacolo si ferma: sciopero generale

Roma, 21 nov. (Apcom) - Domani il mondo dello spettacolo si ferma. Più di 250mila lavoratori del settore parteciperanno allo sciopero generale organizzato da Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil contro i tagli previsti nella finanziaria 2011. Con la manifestazione, infatti, si chiede il reintegro del contributo statale (Fus), attualmente ridotto al minimo storico di 288 milioni di euro; il ripristino delle agevolazioni fiscali; la legge dello spettacolo dal vivo e lo stop alla delocalizzazione delle produzioni cineaudiovisive. Domani saranno chiuse le sale da concerto, i cinema, i circhi, i teatri, che cancellano le prove, e i set cinematografici. L'appuntamento è alle 10.30 al cinema Adriano a Roma per un'assemblea. Al Carlo Felice di Genova, invece, Zubin Mehta terrà un concerto a sostegno del teatro e dello sciopero. A Milano dalle 15 alla Camera del Lavoro parleranno, tra gli altri, il sovrintendente della Scala Stephane Lissner e il direttore del Piccolo Sergio Escobar.

CAW

© riproduzione riservata