Lunedì 22 Novembre 2010

Marrazzo/ Gip: ai domiciliari Testini, cade accusa di omicidio

Roma, 22 nov. (Apcom) - Il gip del tribunale di Roma ha concesso gli arresti domiciliari al maresciallo dei carabinieri Nicola Testini, coinvolto nell'inchiesta sul presunto ricatto all'ex presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. Testini, che sino ad ora detenuto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, raggiungerà presto la sua abitazione ad Adelfia, in provincia di Bari. I difensori del militare, gli avvocati Valerio Spigarelli e Marina Lo Faro, hanno spiegato che il gip, con il suo provvedimento, ha revocato l'ordinanza di custodia cautelare che era stata emessa in relazione all'omicidio del pusher delle trans Gianguerino Cafasso. Testini resta ai domiciliari per i reati di cessione di stupefacenti (a Cafasso, ndr) e rapina (a Marrazzo, ndr.). "La cosa più importante che bisogna ribadire - ha detto l'avvocato Spigarelli - è che Cafasso non è morto per l'assunzione di droga. E per questo oggi, per assoluta mancanza di indizi in ordine all'omicidio, il giudice ha revocato l'ordinanza". Il penalista ha poi aggiunto: "L'incidente probatorio, per accertare le cause del decesso di Cafasso, ha dimostrato che questo non è morto per la droga, come invece affermava la Procura sulla base di una consulenza tecnica sbagliata". (Segue)

Nav

© riproduzione riservata