Lunedì 22 Novembre 2010

Maltempo/ Acqua alta a Venezia, a Roma attesa piena del Tevere

Roma, 22 nov. (Apcom) - Si sta spostando verso il sud la perturbazione che da ieri interessa l'Italia e, con le nuvole, arriva la pioggia: abbandonato il Veneto, dove ha smesso di piovere in nottata, tanto che il Centro previsioni maree del Comune di Venezia ha rivisto al ribasso le stime sul picco massimo di acqua alta, che alle dieci di stamattina si è fermato a 103 centimetri ed è atteso a mezzanotte a 115 centimetri, ora il maltempo è arrivato al centro. In difficoltà nuovamente la Toscana, soprattutto a Massa Carrara e nella parte più meridionale della provincia di Grosseto. Ad Albiano Magra, nel comune di Aulla in Lunigiana, è crollato un muro di contenimento per le infiltrazioni d'acqua e la frana ha messo in pericolo cinque edifici costringendo il Comune, per precauzione, ad allontanare sette famiglie ed una ventina di persone dalle loro abitazioni. Allagamenti anche nel grossetano. In Lazio, dove piove quasi ininterrottamente da 2 giorni, si teme per la piena del Tevere, anche se il sindaco di Roma Gianni Alemanno rassicura: "Ho sentito la Protezione Civile e ciò che si attende è una piccola piena, ma non c'è alcun pericolo. Il massimo che può succedere è che il livello del fiume raggiunga le banchine inferiori: dunque nessuno straripamento". La piena del Tevere è attesa per la mezzanotte ma non ci sono rischi di un'esondazione del fiume in città, perchè il livello che l'acqua del Tevere dovrebbe raggiungere sarà di 10 metri, molto più basso dell'altezza dei muraglioni che proteggono gli argini (17 metri). Secondo le previsioni del servizio meteo dell'Aeronautica militare, nelle prossime ore sono previste piogge abbondanti, anche a carattere temporalesco, su bassa Campania, alta Calabria e Puglia. E anche domani il maltempo insisterà sul sud Italia, con rovesci sparsi su bassa Campania, Calabria e Sicilia. In mattinata temporali su Lazio e Toscana.

Red/Cro

© riproduzione riservata