Martedì 23 Novembre 2010

Grecia/ Fmi e Ue non escludono nuovo prestito o riscadenzamento

Atene, 23 nov. (Apcom) - Nuovi dubbi sulle capacità di recupero dell'economia greca sono stati espressi oggi dai rappresentandi dell'Unione Europea e del Fondo Monetario Internazionale che oramai non escludono di accordare ad Atene un nuovo prestito o un ulteriore ritardo nella scadenza per rimborsare quello da 110 miliardi di euro già accordato nel mese di maggio. "Sapere se la Grecia sarà in grado" di rimborsare il prestito di 110 miliardi nei due anni previsti, il 2014 e il 2015, "è effettivamente una domanda" aperta, ha affermato in una conferenza stampa il rappresentante del Fmi Poul Thomsen al termine della sua missione ad Atene. "Abbiamo diverse opzioni - ha spiegato - per risolverla, opzioni per permettere un più lungo periodo di rimborso o per accordare un prestito successivo".

BOL

© riproduzione riservata