Mercoledì 24 Novembre 2010

Milano, rubata la colletta per la famiglia del tassista ucciso

Roma, 24 nov. (Apcom) - 'Ultimo sfregio' a Luca Massari, il tasssita di Milano morto lo scorso 11 novembre dopo l'aggressione subita un mese prima per aver investito e ucciso con la sua auto accidentalmente un cane: qualcuno ha rubato circa 15 mila euro raccolti dai colleghi tassisti che dovevano andare come aiuto alla sua famiglia. Lo scrive oggi il Corriere della Sera, spiegando che i soldi erano stati consegnati dagli uomini del '4040' - la stessa sigla per la quale lavorava Massari - al Satam, il sindacato artigiani tassisti di Milano, in via Messina. Qui qualcuno, dopo aver rotto il vetro dell'unica finestra senza allarme, è salito al primo piano dove, in una sorta di teca, era custodita la chiave della cassaforte. A questo punto è stato un gioco per ragazzi: hanno aperto il forziere portando via il denaro. Un furto 'anomalo' del quale famiglia e tassisti non vogliono parlare. I soldi, coperti da polizza assicurativa, dovrebbero comunque arrivare ai genitori di Luca.

Red/Cro

© riproduzione riservata