Mercoledì 24 Novembre 2010

Gdf spiò vip, Giudice parte lesa: inchiesta va a Brescia

Milano, 24 nov. (Apcom) - A causa della presenza tra le parti lese di Raimondo Mesiano, il giudice che decise il maxirisarcimento da Fininvest a Cir di 750 milioni di euro per il lodo Mondadori, passa da Milano a Brescia l'inchiesta che vede accusati di accesso abusivo a sistema informatico il finanziere Fabio Deiani e il giornalista di Panorama Giacomo Amadori. Il finanziere acquisiva dalle banche dati informazioni che passava al giornalista. Ci furono "accessi" sulla famiglia Agnelli, sull'europarlamentare Luigi De magistris, su Marco Travaglio, oltre che su Mesiano e suoi familiari. La decisione di mandare gli atti a Brescia è stata presa dal capo della procura di Milano Edmondo Bruti Liberati.

Frk

© riproduzione riservata