Papa: Uomo è vivo finché attende e ha speranza nel cuore

Papa: Uomo è vivo finché attende e ha speranza nel cuore Statura morale si può misurare da ciò in cui speriamo

Papa: Uomo è vivo finché attende e ha speranza nel cuore
Roma, 28 nov. (Apcom) - "Si potrebbe dire che l`uomo è vivo finché attende, finché nel suo cuore è viva la speranza". Lo ha detto Benedetto XVI recitando l'Angelus nel giorno della prima domenica di Avvento. "E dalle sue attese - ha aggiunto - l`uomo si riconosce: la nostra 'statura' morale e spirituale si può misurare da ciò che attendiamo, da ciò in cui speriamo"."L`attesa, l`attendere - ha sottolineato il Pontefice - è una dimensione che attraversa tutta la nostra esistenza personale, familiare e sociale. L`attesa è presente in mille situazioni, da quelle più piccole e banali fino alle più importanti, che ci coinvolgono totalmente e nel profondo. Pensiamo, tra queste, all`attesa di un figlio da parte di due sposi; a quella di un parente o di un amico che viene a visitarci da lontano; pensiamo, per un giovane, all`attesa dell`esito di un esame decisivo, o di un colloquio di lavoro; nelle relazioni affettive, all`attesa dell`incontro con la persona amata, della risposta ad una lettera, o dell`accoglimento di un perdono".

© RIPRODUZIONE RISERVATA