Domenica 05 Dicembre 2010

Governo/ Bersani: Attenti a strappi democrazia di Berlusconi

Roma, 5 dic. (Apcom) - Silvio Berlusconi è "sempre più pericoloso" e fasi come quelle che l'Italia sta attraversando a livello politico sono fasi in cui la democrazia del Paese "può subire degli strappi". Lo denuncia il segretario del Partito democratico, Pier Luigi Bersani, in una lunga intervista rilasciata al quotidiano L'Unità. "L'uscita di Verdini", spiega il leader del Pd, "è stata vergognosa, ma fa parte di un già sentito. E' l'idea che la costituzione sia un orpello e che chiunque faccia quel che Berlusconi vuole sia un traditore, un eversore. E' un'idea che Berlusconi cerca di far entrare nel senso comune. Come l'idea del ribaltone...". Poi una ampia parentesi di ragionamento dedicata alla manifestazione dell'11 a Roma. "Saremo la piazza della democrazia", annuncia Bersani, "c'è un partito saldamente democratico che va in piazza per dire che noi abbiamo la costituzione più bella del mondo e che va rispettata". Dopo il 14 dicembre, quando verrà dibattuta la fiducia al governo Berlusconi, per Bersani l'opposizione "combatterà da una posizione più avanzata". Essere convinti, spiega il segretario del Pd, che "basta un giorno, il voto di un giorno, per chiudere con Berlusconi e con il berlusconismo, non avremmo capito nulla degli ultimi quindici anni. Abbiamo davanti un cammino e comunque, dopo il 14, saremo più avanti nella strada verso l'alternativa".

Red/Fco

© riproduzione riservata