Domenica 05 Dicembre 2010

Wikileaks/ Van Rompuy: Ue non crede più a vittoria in Afghanistan

Bruxelles, 5 dic. (Apcom) - L'Unione europea non crede più alla possibilità di vittoria in Afghanistan, dove le truppe dell'Ue restano "soltanto per deferenza verso gli Stati Uniti". Lo ha affermato, secondo quanto emerge dai dispacci della diplomazia statunitense divulgati da Wikileaks, il presidente dell'Ue, Herman Van Rompuy. L'ambasciatore degli Stati Uniti in Belgio, Howard Gutman, nel memo pubblicato dal sito internet sostiene che Van Rompuy abbia affermato, nel dicembre 2009, che l'Ue aspetterà fino alla fine del 2010 per vedere progressi. Van Rompuy, l'ex primo ministro belga che all'epoca era presidente designato dell'Ue, ha sostenuto "che se non funzionasse, sarebbe definitivo, perchè si tratta dell'ultima possibilità". Gli alleati europei dell'America contribuiscono con circa 30mila uomini alla forza internazionale sotto comando statunitense.

Fco

© riproduzione riservata