Mercoledì 08 Dicembre 2010

Yara/ Proseguono le ricerche, ormai 12 giorni dalla scomparsa

Roma, 8 dic. (Apcom) - Sono riprese anche questa mattina nella zona attorno a Brembate e soprattutto nei cantiere edili sul territorio, come ormai avviene da dodici giorni, le ricerche di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa da casa a Brembate di Sopra il 26 novembre scorso. Da oggi le indagini ripartono 'ufficialmente' da zero, con nuove piste da seguire, dopo che ieri Mohammed Fikri, il marocchino fermato su un traghetto che da Sanremo era diretto in Marocco, è stato scarcerato dopo tre notti in cella, con il via libera del Pm Letizia Ruggeri, il magistrato che coordina le indagini e che si è limitato a chiedere al giudice per le indagini preliminari la mera convalida del fermo ma non la custodia cautelare in carcere "avendo riscontrato l'assenza sopravvenuta di un adeguato grado indiziario". Ad affiancare i carabinieri indagini c'è ora anche la squadra mobile di Bergamo, delegata dall'autorità giudiziaria ad indagare su una pista precisa che gli investigatori stanno battendo da diversi giorni. Stamattina, scrive L'Eco di Bergamo, i vigili del fuoco e la polizia sono tornati nell'area di proprietà dell'impresa edile Rino Roncelli, dove martedì scorso era stato trovato un vecchio cellulare risultato, poi, non appartenere alla giovane ginnasta. E, sul campo, sono arrivati anche i carabinieri del Racis, il raggruppamento investigazioni scientifiche di Roma, dal quale dipende anche il Ris, che ieri pomeriggio hanno incontrato i genitori di Yara nella caserma dell'Arma di Ponte San Pietro.

Red/Cro

© riproduzione riservata