Mercoledì 08 Dicembre 2010

Italia divisa in 2 da temperature: a Sud anche 25 gradi, a nord 5

Roma, 8 dic. (Apcom) - Italia letteralmente divisa in due non tanto dal maltempo, visto che non ci sono situazioni di criticità al momento in nessuna regione, ma dalle temperature. Se al Nord, anche a causa delle nevicate dei giorni scorsi, ci sono passi alpini chiusi per pericolo valanghe, come il Giau e Fedaia in Veneto, e a Milano si registrano appena 5 gradi, 4 a Dobbiaco, mentre si sale a 7 a Bologna, 8 a Venezia e Torino per arrivare ovviamente sotto zero a -8 gradi a Pian del Rosa, al Sud è primavera inoltrata. Caldissima Palermo, con 24 gradi, secondo le rilevazioni del sito dell'aeronautica militare, per non parlare di Catania con 25 gradi: una temperatura adatta ai primi bagni di una incipiente stagione estiva piuttosto che all'Immacolata. A Reggio Calabria si registrano 19 gradi, 21 a Napoli, addirittura 25 a Pescara, mentre a Roma si sta abbastanza bene con 17 gradi e, almeno in mattinata, un bel sole che ora ha lasciato però il cielo. Piove, secondo quanto previsto ieri dalla protezione civile, su Liguria e Toscana e da stasera sono previste precipitazioni anche sul resto del nord e della Toscana, Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. La 'primavera decembrina', un miracolo dell'Immacolata, insomma, finisce oggi: per domani è attesa una generale marcata diminuzione delle temperature e un rinforzo dei venti dai quadranti settentrionali su gran parte delle regioni italiane, mentre nevicate, anche a quote molto basse, si verificheranno sulle regioni adriatiche. Venerdì le temperature saranno ancora basse, ma le nevicate sulle regioni centro-meridionali adriatiche saranno meno intense.

apa

© riproduzione riservata