Mercoledì 08 Dicembre 2010

Usa/ Obama: accordo su tagli fiscali creerà nuovi posti lavoro

New York, 8 dic. (Apcom) - Barack Obama difende l'accordo con i repubblicani sul prolungamento degli sgravi fiscali dell'era Bush: "gli economisti dicono aumenterà la crescita di posti di lavoro nel 2011 e nel 2001". E chiede al Congresso di approvare il prima possibile il piano. Obama ha tenuto una conferenza stampa alla Casa Bianca al termine di un colloquio con il presidente polacco Bronislaw Komorowski. Il Congresso, ha detto il presidente americano, deve "esaminare i dettagli dell'accordo e votarlo il prima possibile". Gli sgravi fiscali introdotti da Bush infatti scadono alla fine dell'anno. Obama ha accettato la richiesta dei repubblicani di estendere i tagli anche per i cittadini più ricchi per i prossimi due anni. In cambio, ha ottenuto il prolungamento dei sussidi di disoccupazione, e una riduzione delle trattenute fiscali sugli stipendi e delle tasse pagate dalla società. Un compromesso che il Ny Times ha definito "una sorta di secondo pacchetto di stimoli all'economia". Nonostante le proteste di molti democratici, Obama è convinto delle sue scelte. "Gli americani ci stanno guardando, seguono attentamente il dibattito sulle tasse", ha detto. "I democratici non devono sentirsi traditi dall'accordo. Sarebbe sbagliato". Al termine del colloquio, il presidente polacco ha detto di appoggiare pienamente il nuovo trattato Start firmato ad aprile tra Russia e Stati Uniti, e di augurarsi la sua ratifica in Congresso. "E' un investimento per un futuro migliore e più sicuro", ha detto. Da parte sua, Obama ha ribadito di avere fiducia che il Congresso ratifichi il prima possibile il nuovo trattato, che prevede la riduzione dell'arsenale nucleare della Russia e degli Stati Uniti.

A24-Tom

© riproduzione riservata