Lunedì 13 Dicembre 2010

Gb/ Sondaggio: britannici più "thatcheriani" rispetto anni '80

Roma, 13 dic. (Apcom) - Trent'anni dopo il Regno Unito è più "thatcheriano" di quando al potere c'era il primo ministro Margaret Thatcher. Lo rivela un'indagine del National Centre for Social Research, ripreso dal quotidiano "Guardian", secondo cui i britannici sono ideologicamente meno favorevoli allo stato sociale e alla redistribuzione del benessere rispetto agli anni '80. Il rapporto annuale "British Social Attitude" condotto intervistando 3.500 persone, sottolinea come negli ultimi venti anni, con il Labour al potere, la tendenza alla solidarietà dei britannici verso l'assistenza sociale sia svanita, così come il sostegno per la redistribuzione delle ricchezze e le politiche assistenziali. I ricercatori del Ncsr evidenziano come nello stesso periodo la popolazione abbia dato un giudizio positivo su sanità e educazione e si chiedono come mai il Labour abbia messo da parte questi temi durante l'ultima campagna elettorale, da cui sono usciti sconfitti. Il rischio, continua il rapporto, è che la coalizione al potere, Tories e LibDem possa anch'esso compiere un significativo passo indietro con le riforme che prevedono tagli alla spesa pubblica e ai servizi. Secondo Penny Young, responsabile del Ncsr "l'indagine mostra una nazione a un crocevia politico tra sinistra e destra: da una parte c'è la tendenza a chiedere una riforma del welfare, dall'altra c'è un forte sostegno per gli investimenti nella sanità e nell'educazione". L'indagine mostra come i britannici siano meno favorevoli allo stato sociale rispetto alla fine dell'era thatcheriana. Nel 1991, il 58% dei sudditi di sua maestà sosteneva la politica assitenziale del governo, nel 2009 questa percentuale è scesa al 27%.

la

© riproduzione riservata