Lunedì 13 Dicembre 2010

Restituita alla sovraintendenza la testa rubata del Mefistofele

Roma, 13 dic. (Apcom) - La testa di Mefistofele, rubata alla fine del mese scorso e ritrovata il 29 ottobre dal II gruppo di Roma della Guardia di Finanza, è stata oggi restituita alla Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale dalla Guardia di Finanza nella Sala De Chirico del Museo Carlo Bilotti. Il prezioso reperto, parte del gruppo scultoreo allegorico di Faust e Mefistofele del monumento celebrativo di Johann Wolfgang Goethe collocato a Roma nel viale dedicato allo scrittore, all'angolo con Viale San Paolo del Brasile, è stata riconsegnata al restauratore Stefano Lanuti, che eseguirà le operazioni di pulitura e ricollocazione dei pezzi. La ricollocazione avverrà entro la metà del prossimo mese di gennaio. Il reperto, dopo il ritrovamento, spiegano gli esperti,si presenta in discrete condizioni di conservazione. Molte delle mancanze risalgono a un periodo precedente al furto, a eccezione di una piccola perdita sull'orecchio destro e di una modesta abrasione sulla barba. Un consistente frammento del collo, distaccatosi durante il furto, era stato già recuperato dal personale tecnico della Sovraintendenza di Roma Capitale nelle vicinanze del monumento e consentirà di facilitare le operazioni di risistemazione. In passato, nella notte tra il 26 ed il 27 novembre 1972, la testa era già stata asportata e anche in quell'occasione era stata recuperata dal nucleo investigativo dei carabinieri. (Segue)

Apa

© riproduzione riservata