Lunedì 13 Dicembre 2010

Governo/ Riunione senatori Fli, tra opzioni c'è anche astensione

Roma, 13 dic. (Apcom) - Sono riuniti dalle 14 i senatori di Futuro e Libertà, alle prese con i dubbi di Francesco Pontone - ma pare anche di altri due componenti - sull'atteggiamento da tenere sul voto di fiducia. Il capogruppo Pasquale Viespoli assicura che si troverà una "posizione convergente", e soprattutto che Pontone "non abbandonerà il gruppo". Il gruppo di Fli è costituito infatti di 10 senatori, il minimo indispensabile, e l'ipotetica uscita di Pontone metterebbe a rischio la stessa esistenza del gruppo. La quadra potrebbe essere la scelta di astenersi: al Senato l'astensione vale come un voto contrario, e dunque il risultato politico sarebbe lo stesso. La differenza è che l'astensione dei senatori di Fli potrebbe essere quel "segnale" che qualche senatore finiano vorrebbe inviare ancora al premier per "evitare la conta". Magari incoraggiati dall'appello di Berlusconi: "Spero la notte vi porti consiglio". A pesare nell'atteggiamento dei senatori Fli anche quello che uno di loro chiama "il metodo della decisione", ovvero "queste continue fughe in avanti" da parte di Italo Bocchino in particolare: "Nella riunione di stasera vedrete che tutto questo verrà a galla...", dice un senatore finiano.

Rea

© riproduzione riservata